Consulente del lavoro e componente di collegio sindacale
Pubblicato da: il Wed, 23 May 2012.

"La Fondazione Studi risponde al quesito."
Clicca sull'icona per stampare la pagina

Quesito: Collegio sindacale

Del: 10 maggio 2012

Quesito

Vorrei sapere se un Consulente del Lavoro, regolarmente iscritto, può svolgere l'attività di componente un collegio sindacale di una SPA e se, a tal uopo, deve iscriversi all'Albo dei Revisori Contabili, ovvero debba fare qualcosa di particolare.

Risposta

I membri del Collegio sindacale, che non sono iscritti nel registro dei revisori contabili e che non sono professori universitari di ruolo in materie economiche e giuridiche, possono essere scelti fra gli iscritti nei seguenti albi professionali:

  1. Avvocati

  2. Dottori commercialisti

  3. Ragionieri e periti commerciali

  4. Consulenti del lavoro

Occorre, infine, ricordare che ai sensi dell’art. 2409 – bis comma 3 lo statuto può prevedere espressamente, ma questa determinazione è possibile solo nel caso di società che non facciano ricorso al mercato del capitale di rischio e che non siano tenute al bilancio consolidato, che il controllo contabile sia svolto dal collegio sindacale. In questo caso tutti i suoi componenti devono essere iscritti al Registro dei Revisori presso il Ministero della giustizia.

Pertanto qualora al Collegio sindacale sia attribuito anche il controllo contabile il Consulente del lavoro che assuma l’incarico di sindaco deve essere iscritto anche nell’albo dei Revisori contabili.

Infine si precisa che l’art. 2397, ult. co., c.c., dispone che, se lo statuto lo prevede, quando i ricavi oppure il patrimonio netto sono inferiori ad un milione di euro, l’organo di controllo interno possa essere composto da un (unico) sindaco, che dovrà essere scelto tra i revisori legali iscritti nell’apposito registro.


Questo documento è stato stampato da http://www.consulentidellavoro.it
Clicca sull'icona per stampare la pagina