Percorso logico: Home Page - Fondazione Studi Quesiti

inserito da: Administrator
Pubblicato il: Thu, 10 May 2012 - Letto: 13617  volte

Efficacia del licenziamento intimato per raccomandata ar.

Fondazione Studi risponde al quesito.

IMMAGINE

Quesito: Efficacia del licenziamento intimato per raccomandata ar.

Del: 05 maggio 2012

Quesito

In caso di intimazione di un licenziamento con effetto immediato comunicata a mezzo lettera raccomandata a.r. quale è il momento in cui si considera risolto il rapporto di lavoro?

Risposta

La comunicazione del licenziamento ha natura di atto unilaterale ricettizio, e come tale, soggiace alle regole di cui agli artt. 1334 e 1335 c.c. secondo cui gli atti unilaterali acquistano efficacia nel momento in cui pervengono a conoscenza della persona cui sono destinati.

Per cui la dichiarazione di licenziamento si considera conosciuta quando è pervenuta all’indirizzo del lavoratore, dovendosi intendere per tale il luogo più idoneo per la ricezione e cioè il luogo che, in base ad un criterio di collegamento ordinario (dimora o domicilio) o di normale frequenza (luogo di esplicazione di un'attività lavorativa) o per preventiva comunicazione o pattuizione dell'interessato, risulti in concreto nella sfera di dominio o controllo del destinatario (Cass. 23.04.92 n. 4878). Sul punto, in ordine alla data di decorrenza del provvedimento, se le comunicazioni vengono effettuate al dipendente mediante lettere raccomandate spedite al domicilio "a norma dell'art. 1335 c.c., si presumono conosciute dal momento in cui giungono al domicilio del destinatario, ovvero, nel caso in cui la lettera raccomandata non sia stata consegnata per assenza del destinatario e di altra persona abilitata a riceverla, dal momento del rilascio del relativo avviso di giacenza presso l'ufficio postale (Cassazione civile , sez. lav., 24 aprile 2003, n. 6527).