Percorso logico: Home Page - Fondazione Studi ›› Quesiti

inserito da: Administrator
Pubblicato il: Thu, 10 May 2012 - Letto: 2563  volte

Gestione della trattenuta da operare in caso di assenza per maternità facoltativa fruita in modo frazionato

Fondazione Studi risponde al quesito.

IMMAGINE

Quesito: Congedo parentale

Del: 09 maggio 2012

Quesito

Gestione della trattenuta da operare per conto del datore di lavoro in caso di assenza per maternità facoltativa fruita in modo frazionato.

Risposta

La giornata del sabato, qualora il  normale orario di lavoro sia concentrato nell'arco di cinque giorni settimanali, deve qualificarsi semplicemente, agli effetti di tutti gli istituti contrattuali, come non lavorativo, feriale a zero ore, e non anche festivo (si veda Ministero Del Lavoro Interpello 20 febbraio 2006, n. 25/I/0001664).

L’Inps con il Messaggio 25 ottobre 2006, n. 28379 per quanto riguarda il congedo parentale goduto in maniera frazionata ha affermato:

In riferimento alla fruizione del congedo parentale in modo frazionato (art. 32 D.Lgs. n.151/2001 T.U. sulla maternità), ad ulteriore precisazione di quanto disposto da questa Direzione Centrale con Circ. n. 82/2001 e nelle “AVVERTENZE IMPORTANTI” contenute nel Mod. Ast.Fac. utilizzabile dai lavoratori dipendenti, recentemente aggiornato (vedi modulistica on-line), si fa presente quanto segue.

Nell’ipotesi in cui la/il lavoratrice/tore, a seguito di un periodo di congedo parentale, fruisca, immediatamente dopo, di giorni di ferie o malattia , riprendendo quindi l’attività lavorativa, le giornate festive e i sabati (in caso di settimana corta) cadenti tra il su indicato periodo di congedo parentale e le ferie o la malattia non vanno computate in conto congedo parentale. Per maggior chiarezza si faccia riferimento all'esempio seguente riferito a lavoratori con orario contrattuale articolato su cinque giorni ( settimana corta ) dal lunedì al venerdì:

1^ settimana: Dal Lunedì al Venerdì = congedo parentale
2^ settimana: Dal Lunedì al Venerdì = ferie o malattia
3 ^ settimana: Lunedì = ripresa dell’attività lavorativa

In questo caso, le giornate di Sabato e di Domenica comprese tra la prima e la seconda settimana e tra la seconda e la terza non devono essere conteggiati come congedo parentale.

Viceversa, allorquando si susseguano, senza interruzione, un primo periodo di congedo parentale, un periodo di ferie o di malattia ed un ulteriore periodo di congedo parentale, i giorni festivi ed i sabati (in caso di settimana corta), che si collocano immediatamente dopo il primo periodo di congedo ed immediatamente prima del successivo, devono essere conteggiati come giorni di congedo parentale (v. circ. n. 82/2001, par. 1, ultimo cpv.). A chiarimento si riporta l'esempio che segue, riferito sempre all'ipotesi di settimana corta:

1^ settimana: Dal Lunedì al Venerdì = congedo parentale
2^ settimana: Dal Lunedì al Venerdì = ferie o malattia
3^ settimana: Dal Lunedì al Venerdì = congedo parentale

In questo caso, le giornate di Sabato e di Domenica comprese tra la prima e la seconda settimana e tra la seconda e la terza devono essere conteggiate come congedo parentale.

In materia di congedo parentale, la Corte di Cassazione ha chiarito che le lavoratrici che fruiscono del congedo parentale frazionato e rientrano sul posto di lavoro il venerdì, hanno diritto al calcolo del periodo complessivo con l’esclusione dei giorni di sabato e domenica successivi.

Nello specifico la Suprema Corte, con la Sentenza n. 6742 del 5 magio 2012, ha specificato che, in presenza del congedo parentale frazionato, non possono essere considerate come lavorative giornate in cui la prestazione non sarebbe comunque dovuta.

Pertanto nel caso di godimento del congedo parentale in maniera frazionata e settimana corta qualora la lavoratrice è in congedo dal lunedì al venerdì e il lunedì successivo riprende il lavoro il sabato  e la domenica non vanno conteggiati nel congedo parentale.