Percorso logico: Home Page - Congresso Straordinario

inserito da: Administrator
Pubblicato il: Wed, 28 Nov 2012 - Letto: 9319  volte

CONGRESSO STRAORDINARIO - PAGINA SPECIALE

Roma, Auditorium di Via della Conciliazione - 29 e 30 novembre 2012.

IMMAGINE

La rassegna STAMPA e VIDEO

Guarda la galleria fotografica

Vai al sito del Congresso Straordinario

Consulenti del lavoro pilastri per il rispetto delle regole e della deontologia professionale

CONGRESSO STRAORDINARIO, PIENO DI NUMERI E DI IDEE

Conclusi i lavori del Congresso Straordinario, restano nella mente dei circa duemila partecipanti i tantissimi apporti di idee arrivate dai giovani e l'autorevolezza con cui i Consulenti del Lavoro si pongono a livello istituzionale. Le emozioni e l'atmosfera non sono replicabili, ma proviamo a darvene conto con servizi video, fotografici e giornalistici.

CALDERONE: IL CONSIGLIO NAZIONALE E' CON VOI E PER VOI

"Il fatto di essere professionisti vuol dire avere grande libertá vuol dire poter dire quello che vogliamo, nei modi e nei termini che vengono dal nostro ruolo istituzionale." Così Marina Calderone ha concluso i lavori del Congresso Straordinario dei Consulenti del lavoro celebrato ieri ed oggi all'Auditorium della Conciliazione a Roma.



I CONSULENTI DEL LAVORO SCRIVONO IL MANIFESTO DEL LORO FUTURO

Cambiamento, opportunità, comunicazione ed etica. Questi alcuni dei tanti temi che hanno aperto la seconda giornata del Congresso straordinario dei Consulenti del lavoro. Nel corso della giornata, numerosi gruppi di giovani consulenti, provenienti da tutta la nazione, hanno rivendicato la necessità di un dialogo continuo con i professionisti senior e con la rappresentanza dirigenziale, per evidenziare le criticità incontrate nel loro percorso lavorativo. - COMUNICATO STAMPA


VERSO IL FUTURO, LE DONNE CI SONO

Indagine CNO sulle donne consulenti del lavoro nel mondo professionale.

46% sono le donne iscritte all'Ordine dei Consulenti del lavoro (su un totale di 28.000mila iscritti) e il 59% ha più di 41 anni e tra esse ha risposto il 63%.
L’ indagine condotta dal Consiglio Nazionale tramite la Fondazione Studi sulla componente femminile della categoria, evidenzia un abbassamento dei differenziali di genere sia nell’accesso alla professione, sia nell’apertura di un proprio studio professionale. L'indagine ha rivelato molti altri dettagli utili per le propettive future.

Sono state più propense ed attive a partecipare al sondaggio le iscritte all’Ordine da più di 20 anni.
La maggioranza delle professioniste è coniugata, il 90% ha il proprio studio e il titolo di studio per il 30% è la laurea.
L’impegno richiesto dalla professione è per più di 40 ore settimanali e ciò può diventare condizionamento nella scelta di eventuali maternità.

Sembrano perdurare ancora difficoltà a vedersi riconosciuti ruoli dirigenziali all’ interno della Categoria. Le donne chiedono la possibilità di ricoprire ruoli di rappresentanza all’interno degli Organismi istituzionali di categoria. L’evoluzione della professione è vista nello sviluppo di nuove specializzazioni da offrire in forma aggregata ed è fortemente sentita l’esigenza di promuovere la cooperazione giovanile.
E’ più importante il sostegno per la maternità e per l’assistenza alla famiglia che le agevolazioni per la previdenza integrativa.
Forte interesse per la creazione di supporti informatici comuni.
Da valorizare gli incontri periodici tra giovani a livello provinciale ed un interscambio tra professionisti junior e senior, anche per la successione generazionale, una cosa di non poco conto.
L’ indagine mette in evidenza che qualunque sfida il mercato richieda, le giovani donne sono pronte, aspettano solo di essere chiamate e avere spazio.

Scarica la documentazione - Leggi le slides

COMUNICAZIONE CAPILLARE DI CONTENUTI



Il Presidente della Fondazione Studi presenta ai congressisiti il video creato in materia di comunicazione con i passaggi fondamentali della crescita dei Cdl, un nuovo progetto per il nostro ingresso capillare nelle scuole e le statistiche del portale consulentidellavoro.it

CONSULENTIDELLAVORO.IT, RECORD DI ACCESSI E VISITATORI

Leggi la sintesi

IL FUTURO E' DEI GIOVANI, NEL RISPETTO DELLA DEONOTOLOGIA

Dopo i numerosi rappresentati dei gruppi giovanili, che hanno presentato nuove indagini, proposte ed idee, è ora la volta della deontologia, del ruolo del sindacato per il rispetto della deontologia, dell'etica del lavoro, della responsabilità sociale delle imprese.

CAMBIAMENTO, COMUNICAZIONE, OPPORTUNITA' E MOLTO ALTRO

Uomini e donne che non hanno paura del cambiamento, ma vedono nuove opportunità per gli iscritti, nuovi modi di intensificare e migliorare la comunicazione del valore delle idee e del lavoro, nel rispetto delle regole. I temi della seconda giornata dei lavori congressuali sono forti e coinvolgenti...
Leggi tutto


CDL BRAVI A LEGGERE I CAMBIAMENTI DELLA SOCIETA'

Intervento Mauro Capitanio - presidente Fondazione per il Lavoro

“Il consulente del lavoro è stato bravo a leggere i cambiamenti della società”, lo ha ricordato Mauro Capitanio, presidente della Fondazione Lavoro del CNO intervenendo oggi al Congresso Straordinario che si sta celebrando a Roma.

“Dalla busta paga alla gestione delle risorse umane”, ha aggiunto, ricordando che se “ lasciamo spazi, li occupano altri”.

Parlando della Fondazione Lavoro, ha evidenziato le opportunità che offre ai consulenti del lavoro ed ha annunciato che c’è una app perchè abbiamo pensato ai giovani, a tutti gli strumenti che utilizzano e ci siamo adeguati.

Scarica la documentazione

COMUNICATO STAMPA - FORNERO: COLLABORARE CON I CONSULENTI DEL LAVORO PER AUMENTARE PRODUTTIVITA'

CDL, ANELLO DI CONGIUNZIONE TRA LEGGI E IMPRESE

Intervento On. Cesare Damiano - ex Ministro del Lavoro

L’excursus storico del dicastero del lavoro si chiude con l’ ex ministro del lavoro Cesare Damiano.
"Sui patronati difesa, ma con criterio" dice l'on Damiano nel corso del suo intervento al Congresso, ed afferma che con il suo passato in Cgil e Fiom è facilmente intuibile il suo pensiero.



Damiano crede nei Cdl, che considera anello di congiunzione tra le leggi e le imprese.
La concertazione "vecchio stampo", secondo Damiano va cambiata, non è più possibile procedere come un tempo ed i governi devono decidere, non aspettare che tutti si mettano d’accordo.
"Un conto è l’ aula universitaria, altra cosa è il Paese reale", l'On. ribadisce che i Consulenti del lavoro devono essere ascoltati perché hanno in mano i problemi. Damiano esprime disaccordo con il ministro tecnico Elsa Fornero sugli ammortizzatori sociali e prevede traumi al lavoro e all’impresa per questo modo di fare le riforme. L’ex ministro, inoltre, resta molto critico sugli esodati.

La sua preoccupazione non è rivolta all’assistenzialismo, ma alla mancanza dei finanziamenti per gli ammortizzatori sociali per il 2013 e per questo motivo prevede che ci sarà un forte impatto sociale sulla disoccupazione.

FORNERO: NECESSARIA LA VOSTRA COOPERAZIONE

Intervento Elsa Fornero - Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali

La riforma del lavoro ha dei punti buoni, quelli che non sono buoni si cambiano, lo ha detto il Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali prof. Elsa Fornero durante il Congresso dei Consulenti del lavoro che si sta celebrando a Roma oggi presso l'Auditorium della Conciliazione.

Il Ministro, evidenziando che si è dovuto intervenire in pochi mesi, ha ricordato che prima c'era troppa rigidità sul l'articolo 18 e con la riforma è stata aperta una strada.

"Siamo intervenuti - ha aggiunto - per preservare flessibilità imprese" introducendo la possibilità di stipulare un contratto a tempo determinato fino ad un anno.

Ha però messo in guardia che siamo " rimproverati in Europa per un mercato lavoro segmentato con una forte area di precarietà, soprattutto per giovani, donne e anziani". Ha poi ricordato quanto il " mercato del lavoro sia particolarmente delicato e complesso da richiede grande professionalità e poi ha aggiunto: " voglio lavorare tanto sull'apprendistato e chiedere collaborazione ai consulenti del lavoro per aumentare la produttivita nell'interesse del paese.

E' necessario cooperare, ognuno mette a disposizione le proprie competenze non solo al servizio del proprio ruolo ma del paese. Abbiamo bisogno di progetti - ha sottolineato - e possono contribuire i consulenti del lavoro. Il mercato del lavoro è estremamente delicato, richiede grandissima professionalità e per questo i consulenti del lavoro svolgono un grande compito, ha concluso.

COMUNICATO STAMPA - IL MINISTRO FORNERO AL CONGRESSO DEI CONSULENTI DEL LAVORO

Sacconi: con i consulenti del lavoro dall'idea al risultato

Maurizio Sacconi - Senatore ex Ministro del Lavoro

“Devo rendervi merito della professionalità, io ho collaborato intensamente con la categoria ed ho capito durante il mio dicastero che le norme prima di essere portate in parlamento andrebbero fatte leggere a chi ogni giorno andrà poi ad applicarle”, con queste parole Maurizio Sacconi ha portato i saluti al congresso straordinario dei Cdl. Esempio ne è stato il libro unico del lavoro, “uno dei tanti casi di collaborazione tra l’ordine dei consulenti del lavoro ed il mio dicastero quando ho ricoperto la carica di ministro del lavoro".

“L’italia oggi è un paese difficile per gli investitori stranieri, dove il diritto non è mai certo e diventa sempre più complicato fare impresa”.

L’ex ministro ha precisato che il futuro della categoria è ancorato nelle professioni ordinistiche che svolgono funzioni sussidiarie ed in tal senso ha rimarcato come la Presidente Calderone sia stata brava nel consolidare il valore delle professioni ordinistiche.
Ha proseguito nel ribadire il fatto che la legge sulle professioni andrebbe rivista ed andrebbe distinto tra professioni regolamentate e non, e delineando la visione del futuro della categoria, ha sottolineato come i consulenti del lavoro siano consulenti di comunità in quanto le imprese vengono intese come comunità di valori oltre che di produttività.

“ I consulenti del lavoro dovrebbero puntare sulla contrattazione di prossimità, sulla detassazione della produttività e nell’arbitrato nel contenzioso del lavoro e portare l’impresa ed i lavoratori a condividere rischi e produttività, così facendo aiuterebbero il mercato del lavoro a fare il salto da una dimensione ideologica ad una dimensione di risultato.

Intervento Stefano Mustica -
Professore di teoria dei nuovi media Link Campus University.

Presentata al Congresso straordinario l'indagine sugli scenari della professione che fotografa la categoria, la crescita e il dettaglio delle caratteristiche degli iscritti.



Ci sono le aspettative e le prospettive sulle quali riflettere perchè il CNO possa mettere in campo le attività necessarie. Riflessioni a 360 ° su quello che siamo stati, quello che siamo e quello che saremo, con punti di forza e debolezze.

Scarica la documentazione - INDAGINE

Intervento Adalberto Bertucci - Presidente CPO di Roma

Portando il saluto del CPO di Roma, anche in rappresentanza di tutti i CP presenti al Congresso, ricorda il delicato momento che stiamo vivendo.



Ogni rappresentante provinciale deve essere vigile e non deve abbassare la guardia. Il Presidnente cita la riforma del lavoro, il ruolo della categoria, porta i ringraziamenti a chi ha fatto grande la professione, evidenzia che i laureati finalmente avanzano e che la formazione sta alla base di tutto. Conferma anche il supporto al Consiglio nazionale nelle battaglie e il proseguimento del raccordo con il sindacato nazionale e provinciale ANCL. Cdl protagonisti del futuro.

Intervento Francesco Longobardi - presidente ANCL SU

SINDACATO AL FIANCO DEL CNO PER SOSTEGNO AD AZIONI DI PROPOSTA

Il Presidente del sindacato unitario di categoria Francesco Longobardi, nel corso del suo intervento evidenzia l'importanza del momento storico determinato dall'introduzione del DLgs di riforma delle professioni che vede per la prima volta la categoria unita in sessione straordinaria.
Il Sindacato condivide le posizioni dell'Ordine nazionale e questa condivisione vedrà nel proseguio il sindacato al fianco del CNO per il sostegno alle ragioni e alle logiche a fondamento delle nostre posizioni di contrasto e di proposta.



Praticantato troppo breve che impedisce la preparazione, eliminazione dei riferimenti tariffari che crea confusione, società tra professionisti con ingresso dei soci che non deve rappresentare una scorciatoria per lo svolgimento della professione da paret degli abusivi. Sono questi alcuni dei punti toccati dal Presidente Longobardi.
Importante anche la campagna pubblicitaria lanciata da poco dall'ANCL per sensibilizzare i datori di lavoro e gli imprenditori ad affidarsi ad un Cdl.
Ed ancora giovani e un congresso che li vede protagonisti e ai quali l'ANCL guarda con attenzione e fiducia.

Professioni non regolamentate e protocollo siglato dall'INPS sono state oggetto di riflessione in quanto le decisioni avrebbero dovuto essere prese sono dopo aver contattato gli interlocutori principali ed abilitati dalla legge, quali sono i Cdl.


Intervento Alessandro Visparelli - Presidente ENPACL


Il futuro prossimo venturo della riforma previdenziale
“Oggi è una giornata importante, un appuntamento verso il futuro e l’Ente non poteva mancare. Il migliore modo di guardare al futuro e quello di presentarvi la nuova previdenza che garantirà la sostenibilità della cassa per i prossimi 50 anni”. Il presidente dell’Ente di Previdenza dei Cdl Alessandro Visparelli, ha presentato così la nuova previdenza che accompagnerà i consulenti del lavoro nella sfida verso il cambiamento della professione, durante la prima giornata delle due di congresso straordinario che vedrà impegnata la categoria a discutere sul futuro prossimo venturo dei consulenti del lavoro. “ È stato un lavoro difficile, ma affrontato in maniera unitaria e condiviso con tutti”, ed abbiamo fatto il salto verso il sistema contributivo un sistema equo, fondato soprattutto con un patto tra le generazioni tra i colleghi di oggi e quelli di domani.



Il presidente ha precisato che "il compito di tutti noi è sarà quello di favorire l’entrata di nuove forze, e di nuova linfa perché il nostro patrimonio primario restano gli iscritti, e le casse oggi sono in buone mani infatti garantiranno la sostenibilità per 50 anni". Il nostro è un sistema a ripartizione ed abbiamo bisogno che la categoria si sviluppi e l’Ente sarà sempre presente a finanziare progetti, economie di scala per poter vincere questa sfida. ”Favoriremo l’aggregazione tra i giovani per garantire il nostro volume d’affari e faciliteremo l’incontro tra i colleghi che escono ed i giovani che vorranno entrare nel nostro ordine”.

In conclusione del suo intervento Alessandro Visparelli ha rimesso nelle mani di della Presidente Calderone il compito di chiarire se il reddito delle società professionali dovrà essere di carattere autonomo o d’impresa, questo punto sarà essenziale per consentire questo salto verso il futuro della professione e della previdenza dei consulenti del lavoro.

Intervento Paola Severino - Ministro della Giustizia

La vostra categoria è composta da persone che vogliono costruire.

"Ero all'inizio del mio mandato, nessuno mi aveva insegnato a fare il ministro, avevo bisogno dei punti di riferimento e dovendomi occupare della materia delle professioni non sapevo da dove partire. Allora una mia collaboratrice mi disse di chiamare la Calderone e da allora fino al nostro ultimo incontro di qualche giorno fa, mi sono resa conto che ragionando con persone come lei i problemi si possono risolvere". Inizia così l'intervento del Ministro Severino al congresso straordinario dei Consulenti del Lavoro. Inizia raccontando una storia vera, una storia di relazioni ma soprattutto di stima reciproca tra i Guardasigilli e la Presidente dei Consulenti del Lavoro e del Cup.

Un intervento, quello del Ministro, che è già novità per il solo fatto che per la prima volta il Ministro che si occupa di professioni partecipa ad un congresso di categoria, ma che poi si estrinseca nella descrizione di una professione che, secondo il Ministro, è necessaria per superare le difficoltà del momento. "Il nostro Paese”, ha sottolineato la Severino, “ha un disperato bisogno di rinnovamento, partendo proprio dal lavoro, e trovare un punto di riferimento (i Consulenti del Lavoro) all'interno delle professioni che comprenda le varie difficoltà, è una situazione straordinaria. Il consulente del lavoro ha attitudini a risolvere i problemi e i temi dell'accesso, della formazione e della socializzazione sono il futuro delle professioni; ci vuole qualità e formazione per il professionista del futuro". Ma non è tutto. Il Ministro Severino parla anche di mediazione alla luce dell'incostituzionalità della stessa che ha di fatto annullato per il momento la sua obbligatorietà, e sulla stessa si esprime in modo favorevole, partendo però dall'assunto che qualsiasi istituto per diventare obbligatorio deve essere condiviso. E la condivisione dei caratteri della mediazione, secondo la Severino, sicuramente porterà un beneficio per la collettività ma anche per la deflazione del contenzioso giudiziario. Un’ultima novità riguarda il provvedimento relativo ai parametri per la liquidazione dei compensi giudiziari ai consulenti. Gli uffici del Ministero hanno concluso l'iter e si trova ora al Consiglio di Stato per il parere; questo consentirà ai consulenti del lavoro di avere il regolamento per la liquidazione da parte di un organo giurisdizionale dei compensi ai sensi dell'articolo 9 del Dl 1/2012.

Salutando i congressisti il Ministro Severino si è congratulato con la Presidente e con il lavoro di tutti i dirigenti della categoria, sottolineando che la "forza dei Consulenti del Lavoro è l'unione delle categoria".

COMUNICATO STAMPA - Verso il futuro: aperto il congrsso straordinario dei consulenti del lavoro

FUNZIONE TECNICA ASSOCIATA A SENSIBILITA’ SOCIALE SI APRE IL CONGRESSO STRAORDINARIO

“Siamo professionisti intellettuali che mettono al centro delle loro riflessioni e dei loro sforzi la valorizzazione della persona umana nel contesto lavorativo e che, in questi periodi di crisi, stanno assolvendo una funzione primaria di assistenza ad aziende e lavoratori”.



Così la Presidente dei Consulenti del lavoro Marina Calderone ha aperto i lavori del Congresso Straordinario all’Auditorium della Conciliazione in Roma.

Relazione della Presidente Marina Calderone



SPECIALE CONGRESSO - ITALIA OGGI

OGGI ASSEMBLEA DEI CONSIGLI PROVINCIALI, DOMANI CONGRESSO STRAORDINARIO

Al via a Roma una tre giorni di riflessioni e confronto per i consulenti del lavoro. Stamattina alle 10:00 si apriranno i lavori della periodica Assemblea dei Consigli Provinciali presso lo spazio Roma Eventi di Fontana di Trevi. In contemporanea riunioni dei dirigenti dell'Enpacl e dell'Ancl. Domani poi, alle 15:00, apertura del Congresso Straordinario presso l'Auditorium di via della Conciliazione alla presenza dei Ministri Severino e Fornero. - Vai al sito del Congresso Straordinario

CONGRESSO SOLD OUT

Si va verso il «tutto esaurito» per il Congresso straordinario organizzato all'Auditorium della Conciliazione in Roma. I lavori cominceranno alle 15 del 29 novembre alla presenza dei ministri Severino e Fornero, davanti all'intera categoria chiamata a raccolta dalla presidente Marina Calderone. Stiamo riscontrando un interesse crescente e ormai sono rimasti pochi posti disponibili dei 1.750 di cui è dotato l'Auditorium. Stiamo attrezzando il collegamento interno in videoconferenza per dare la possibilità a chiunque verrà al Congresso di seguire i lavori, anche se non nella sala plenaria. Il consiglio è di registrarsi immediatamente per evitare di restare fuori.

QUALE FUTURO PER LA CATEGORIA?

Obiettivi e aspettative di alcuni giovani Presidenti di CPO sul futuro della categoria e sul Congresso Straordinario del 29 e 30 novembre p.v., tema centrale dell'ultimo numero della rivista: "Il Consulente del Lavoro", già disponibile sul nostro portale. La partecipazione al Congresso è libera e gratuita, ma è obbligatoria la registrazione. - Leggi l'intervista ai giovani Presidenti di CPO - Vai al sito del Congresso Straordinario

CONGRESSO STRAORDINARIO: A ROMA GLI STATI GENERALI DELLA CATEGORIA



Un segnale forte di unità. La due giorni del Congresso Straordinario – che ha già fatto registrare in pochi giorni un record di adesioni – sarà infatti preceduta da una serie di riunioni contemporanee che vedranno coinvolti tutti gli organismi dirigenti: il 28 novembre si terrà l'Assemblea dei Delegati dell'Ente di Previdenza in contemporaneità con l'Assemblea dei Consigli Provinciali, mentre durante il Congresso il Sindacato Unitario dei Consulenti del Lavoro presenterà una sintesi del contributo di idee ricevuto dalle Unioni Provinciali e dai Consigli Regionali sul futuro della professione. - Leggi la pagina di Italia Oggi

CALDERONE : VI ASPETTO AL CONGRESSO

Un'occasione per parlare insieme del futuro. Un evento per discutere delle proposte per il potenziamento della rete professionale in cui tutte le componenti della categoria dialogheranno con gli iscritti. Questo il significato dell'organizzazione del Congresso Straordinario dei Consulenti del Lavoro, che si terrà a Roma, all'Auditorium della Conciliazione, il 29 e il 30 novembre 2012, spiegato dal Presidente del Consiglio Nazionale, Marina Calderone, in una lettera aperta alla Categoria: "è giunto il momento di soffermarci a riflettere su quale futuro vogliamo per la nostra professione e sulle azioni che la Categoria deve porre in essere per sostenere chi, come i giovani, scommette su un avvenire da libero professionista". - Leggi la locandina