Percorso logico: Home Page - Consiglio Nazionale Circolari del CNCL 2013

inserito da: Administrator
Pubblicato il: Fri, 25 Jan 2013 - Letto: 13222  volte

Circolare CNCL del 25 gennaio 2013 n 1089

D.M. indizione esami e nomina Commissari Esami C.d.L. sessione 2013.

IMMAGINE

Roma, 25 gennaio 2013
Prot. n. 0000919/U/24
Circolare n. 1089
Allegato

Oggetto: D.M. indizione esami e nomina Commissari Esami C.d.L. – sessione 2013.

Si invia copia della Gazzetta Ufficiale n. 6, 4° serie speciale, del 22 gennaio 2013, contenente il Decreto Direttoriale che indice, per l’anno 2013, la sessione degli esami di Statoper l’abilitazione all’esercizio della professione di Consulente del Lavoro.

Tra le novità, si evidenzia che le prove scritte sono state anticipate rispetto agli altri anni e si terranno nei giorni 3 e 4 settembre 2013, mentre le domande per la partecipazione agli esami dovranno essere presentate entro il termine perentorio del 31 maggio 2013.

Tale anticipazione è dovuta alla necessità di consentire alle Direzioni regionali del lavoro di sfruttare, laddove possibile, i plessi scolastici per l’organizzazione delle sedi di esame. Ai sensi del 1° comma, lettera d), dell’arʼn. 3 della legge 12719n9, siinvita a designare i Consulentidel Lavoro disponibili ad essere inseriti nelle rispettive Commissioni Regionali.

I nominativi devono essere comunicati al Consiglio Nazionale entro e non oltre il 15 febbraio p.v., utilizzando l’allegato prospetto e tenendo conto che le nomine devono riguardare i soli componenti il Consiglio Provinciale con l’esclusione dei componenti il Collegio dei Revisori.

Si ritiene, inoltre, opportuno segnalare quanto riportato nel D.M. in merito ai titoli di studio necessari per sostenere gli esami di Stato, e conseguentemente per l’iscrizione al Registro dei Praticanti.

Gli interessati dovranno essere in possesso di uno dei seguenti titoli di studio individuati alla lettera d) dell’arʼn. 3, comma 2, della legge n. 12/1979, così come esplicitati nel parere n. 1540 del 23 ottobre 2012 rilasciato a tal fine dal MIUR – Consiglio Universitario Nazionale (CUN):

A) diploma di laurea quadriennale in giurisprudenza, in scienze economiche e commerciali o inscienze politiche ovvero diploma universitario o laurea triennale in consulenza del lavoro;

B) laurea triennale o laurea specialistica (LS) o laurea magistrale (LM) tra quelle appartenenti alleseguenti classi di cui al parere del CUN n. 1540 del 23/10/2012:

Classe L-14: scienze dei servizi giuridici;

Classe L- 16: scienze dell’amministrazione e dell’organizzazione;

Classe L-18: scienze dell’economia e della gestione aziendale;

Classe L-33: scienze economiche;

Classe L-36: scienze politiche e delle relazioni internazionali.

Laurea magistrale appartenente a:

Classe LM-56: scienze dell’economia;

Classe LM-62: scienze della politica;

Classe LM-63: scienze delle pubbliche amministrazioni;

Classe LM-77: scienze economico-aziendali;

Classe LMG-01 delle lauree magistrali in giurisprudenza.

C) I titoli equipollenti ex D.M. 09/07/2009 ed equiparati ex D.I. 11/11/2011 (ai sensi del citato pareredel CUN n. 1540 del 23/10/2012), nonché le corrispondenze individuate nel Decreto del Ministro dell’Universitàe della Ricerca n. 386 del 26/07/2007 in relazione alle Classi di cui al medesimo parere del CUN n. 1540 (riferitein particolare ai seguenti titoli di studio:

Classe 15: scienze politiche e delle relazioni internazionali;

Classe 19: scienze dell’amministrazione;

Classe 31: scienze giuridiche).

D) Oltre alle ipotesi sopra menzionate, sono ammessi coloro che abbiano già ottenuto ilriconoscimento di idoneità del proprio titolo di studio da parte dell’ organo competente (CUN) cui abbianofatto specifica richiesta o che, avendo ottenuto il certificato di compiuta pratica o essendo iscritti al registro deipraticanti dei consulenti del lavoro entro la data di pubblicazione del bando, otterranno il medesimo parereove necessario, nonché coloro che abbiano conseguito i titoli di studio di laurea quadriennale in sociologia edi laurea, classe 14, in scienze e tecniche della comunicazione.

Appare il caso di precisare, pertanto, che a decorrere dal 23 gennaio 2013 non sarà più possibilerichiedere riconoscimenti individuali sull’idoneità del proprio titolo. Mentre, dalla stessa data, il titolo di studio dilaurea quadriennale in sociologia e di laurea, classe 14, di scienze e tecniche della comunicazione non potrannopiù essere considerati titoli utili per l’iscrizione al Registro dei Praticanti.

Pertanto, i soggetti che non rientreranno in alcuna di queste ipotesi, non potranno essere iscritti alRegistro dei Praticanti.

Si ricorda, infine, che i soggetti non in possesso dei titoli di laurea di cui all’art3, comma 2, lettera d) della legge 12/1979, come modificato dall’art. 5 ter della legge 4N72007, i quali, alla data di entrata in vigore dellacitata legge 46/2007 (12/04/2007), avevano ottenuto il certificato di compiuta pratica o erano iscritti al Registro deiPraticanti o avevano presentato domanda di iscrizione al predetto Registro dei Praticanti, possono sostenerel’esame di abilitazione entro e non oltrela sessione d’esame dell’anno 2013, anche se le prove orali dei candidatisi dovessero concludere nel corso dell’anno 2014.

Nel ringraziare per la collaborazione, si coglie l’occasione per inviare cordiali saluti.

IL PRESIDENTE
Marina E. Calderone