Percorso logico: Home Page - Ultimora

inserito da: Administrator
Pubblicato il: Fri, 15 Feb 2013 - Letto: 5740  volte

Professional Day 2013 - PAGINA SPECIALE

Professional Day 19 febbraio 2013: professionisti al servizio del paese

IMMAGINE

PROFESSIONAL DAY 2013 - PAGINA SPECIALE

LE PROPOSTE DEI POLITICI

FUTURO DEGLI ORDINI, LE PROMESSE DEI PARTITI... - Leggi cosa dicono i partiti
FUTURO DEL PAESE : LE RICETTE DI CESARE DAMIANO E MAURIZIO SACCONI - Leggi tutto
PROFESSIONAL DAY - RIDUZIONE COSTO DEL LAVORO: ECCO LE RISORSE - La proposta dei CDL - Rassegna stampa - I programmi politici che prevedono la liberalizzazione ordini

"VIAGGIO" TRA LE PROPOSTE DEI PARTITI SULLE PROFESSIONI
- PDL, ORDINI DA VALORIZZARE PER LORO FUNZIONI SUSSIDIARIE
- LIBERALIZZAZIONI, PER BERSANI ORDINI COME IMPRESE
- LIBERALIZZAZIONI, OSCAR GIANNINO SPINGE PER ABOLIRE ORDINI
- MONTI, PROSEGUIRE NELLA LIBERALIZZAZIONE DEGLI ORDINI - Leggi tutte le posizioni
NOTIZIE CORRELATE: - Le aziende chiudono, ma il problema sono le professioni!!! - I danni di un anno di liberalizzazioni - ALTRO CHE CAPPIO, LE PROFESSIONI SONO IL VALORE AGGIUNTO DEL PAESE


 COMUNICATO STAMPA - Dal Professional Day un impegno della Politica in favore degli ordini e del paese

DICONO DI NOI - Rassegna Stampa, Video e Articoli dal web

Ore 13:10 - Professioni: Monti, ordini debbono collaborare con autorità pubbliche
“Ho sempre pensato che gli ordini professionali abbiano molto significato, che possano e debbano anche collaborare con le autorità pubbliche per definire e trovare insieme, nelle diverse fasi storiche, l’assetto migliore per contemperare le diverse esigenze che ci sono nella società”. Così Mario Monti presidente del Consiglio uscente intervenendo, in collegamento da Catania, al ‘Professional day’, conclusosi da poco a Roma.



Roma, 19 feb. (Adnkronos/Labitalia) -  “Ho sempre pensato che gli ordini professionali abbiano molto significato, che possano e debbano anche collaborare con le autorità pubbliche per definire e trovare insieme, nelle diverse fasi storiche, l’assetto migliore per contemperare le diverse esigenze che ci sono nella società”. Così Mario Monti presidente del Consiglio uscente intervenendo, in collegamento da Catania, al ‘Professional day’, in corso a Roma.  “Il governo che ho presieduto – ha spiegato – è stato chiamato in un momento di crisi molto acuta, soprattutto della credibilità internazionale. L’Italia ce l’ha fatta senza dover chiedere aiuto e senza cedere nulla della nostra sovranità”. “Le professioni italiane – ha ribadito -hanno giocato un ruolo cruciale per il superamento della crisi, mostrando comprensione per la necessità di riforma e di cambiamento e collaborando attivamente allo sforzo per mettere in sicurezza il nostro Paese e per evitare derive di tipo greco”. “Il governo – ha sottolineato – ha dimostrato di riconoscere il valore fondamentale alle professioni regolamentate e per questo ha preservato gli ordini professionali, valorizzandone il ruolo nel quadro di un progetto di modernizzazione”.

(Adnkronos/Labitalia) - “Il mio governo – ha aggiunto Mario Monti – ha riformato e garantito il sistema professionale italiano che necessita, come altri settori, di  adeguarsi alle sfide. I professionisti  possono essere attori della crescita e del cambiamento in Italia”. “Penso, ad esempio, al ruolo – ha detto - che può giocare il notariato con la sua funzione di offrire garanzie nelle transazioni fra attori economici per il rilancio degli investimenti, l’attrazione dei capitali stranieri, l’efficienza del sistema fiscale, la semplificazione degli adempimenti e la sburocratizzazione della macchina amministrativa”. Monti ha poi ricordato come “sia necessario potenziare la possibilità che i tirocini obbligatori di alcuni ordini vengano svolti già nel percorso di studi universitario, in modo tale che i giovani possano entrare con maggiore anticipo nel mondo del lavoro”.


Edda Samory - presidente del Consiglio Nazionale dell'
Ordine degli Assistenti Sociali
Sovraffollamento delle carceri, un problema sociale
La Presidente Dell'Ordine degli Assistenti Sociali - Edda Samory - interviene al Professional Day sottolineando la troppa burocrazia per una categoria che lavora prevalentemente con il settore pubblico.
C'è da sistemare il sistema carcerario, ha sottolineato Samory, soprattutto nello stabilire un sistema a numero chiuso negli Istituti di detenzione che oggi scontano presenze molto al di sopra della capienza massima degli stessi.


Renato Brunetta - ex Ministro funzione pubblica 
Renato Brunetta interviene al Professional Day confermando che dal 2014 sparirà l'Irap dei professionisti. Ma non è tutto. Brunetta punta il dito sull'inefficienza della Pubblica Amministrazione che crea disservizi invece di creare occasioni di lavoro. L'esempio di Brunetta fa riferimento alle iniziative di modernizzazione quando era al Governo ve alla collaborazione che ha sempre avuto dagli ordini professionali.
I professionisti, ha sottolineati Brunetta, pareggiano quelli dei dipendenti pubblici e una collaborazione reciproca porterebbe sicuramente vantaggi per i cittadini. Brunetta, in conclusione, fa il punto sulla lentezza dei processi invitando i magistrati a duplicare le udienze settimanali per favorire la certezza dei tempi ed un maggior lavoro degli avvocati.


RIDUZIONE COSTO DEL LAVORO: ECCO LE RISORSE
Passare dalle enunciazioni di principo alle proposte concrete. Questo l'assunto da cui è partita la presentazione, da parte della Presidente del Cup e dei Consulenti del lavoro Marina Calderone, del progetto che prevede 4 interventi per la riduzione del costo del lavoro dell'8%.

Passare dalle enunciazioni di principo alle proposte concrete. Questo l'assunto da cui è partita la presentazione, da parte della Presidente del Cup e dei Consulenti del lavoro Marina Calderone, del progetto che prevede 4 interventi per la riduzione del costo del lavoro dell'8%. Nel corso del 2° Professional day sono stati, infatti, esposti i criteri per la riduzione del carico fiscale e contributivo.

Il progetto sarà reso possibile dalla revisione delle tariffe di rischio Inail, da una nuova destinazione delle risorse accumulate con il fondo di tesoreria del tfr e con l'utilizzo del 20% delle risorse recuperate dalla lotta all'evasione fiscale. A  completamento dell'intervento di finanziamento, sarà necessario che il Governo si impegni a ridurre uno dei capitoli della spesa pubblica.

Alla manovra sarebbero interessati complessivamente 13 milioni di lavoratori e la riduzione avrebbe una spesa di circa 12 miliardi e 500 milioni di euro.
L'auspicio della Presidente è che si arrivi a breve a concretizzare il progetto affinchè tali innovative soluzioni diventino effettive ed efficaci.

LE PROPOSTE DEI CONSULENTI DEL LAVORO

RIDUZIONE DEL COSTO DEL LAVORODI 8 PUNTI PERCENTUALI

GUARDA LA TABELLA




PROFESSIONI: CALDERONE, A "PROFESSIONAL DAY" EMERGENZE REALI DEL PAESE
Marina Calderone, presidente del Cup e del consiglio  nazionale  dell’ordine  dei consulenti del lavoro, spiega gli obiettivi della seconda edizione  ‘Professional day’, organizzato da Cup, Adepp e Pat.

Roma, 19 feb. (Adnkronos/Labitalia) -
“Noi adesso ci concentriamo su quelle che sono le emergenze del Paese, le emergenze  reali. Parleremo di temi sociali, di quelle materie che poi diventano i problemi dei cittadini. Le professioni sono il tramite tra i cittadini e la politica, hanno la fiducia di chi si rivolge ai singoli professionisti per farsi assistere, mentre  invece la politica ha certamente dei problemi a parlare alla gente”. Così Marina Calderone, presidente del Cup e del consiglio  nazionale  dell’ordine  dei consulenti del lavoro, spiega, a Labitalia, gli obiettivi della seconda edizione  ‘Professional day’, organizzato da Cup, Adepp e Pat.

Secondo Calderone realizzare il ‘Professional day’ alle porte delle elezioni politiche “vuol dire anche candidare le professioni a un ruolo che è socialmente rilevante, e cioè quello di farsi portavoce delle istanze di chi non ha voce e anche indurre la politica a fare delle riflessioni di sistema e di lungo periodo, perché  certamente l’Italia non ha bisogno di facili promesse ma invece dell’impegno di tutti gli attori sociali”.

Attori sociali, gli ordini professionali, che puntano a far sentire il loro peso, visto che, conclude Calderone “contiamo 2 milioni e 300mila professionisti, con 4 milioni di persone  nell’indotto”.

COME RIDURRE IL COSTO DEL LAVORO

Camporese per la previdenza, Sacconi e Damiano, quali ex ministri del lavoro e il senatore Crosetto leader di "Fratelli d'Italia" hanno esaminato le norme da rivedere, in particolare quelle su flessibilità in entrata e costo del lavoro. Proseguono i lavori al 2° Professional Day.

I giovani che sono senza lavoro non lo troveranno per effetto della riforma pensioni, cioè se i soggetti attivi resteranno al lavoro 10 anni in più i giovani non riusciranno a trovare un'occupazione. Così Marina Calderone introduce la tavola rotonda imcentrata sul costo del lavoro e sulle possibilità di riduzione dello stesso. Camporese per la previdenza, Sacconi e Damiano, quali ex ministri del lavoro e il senatore Crosetto leader di "Fratelli d'Italia" hanno esaminato le norme da rivedere, in particolare quelle su flessibilità in entrata e costo del lavoro.

La Presidente Calderone ha poi lanciato l'innovativa proposta: utilizzare il tesoretto dell'Inail per finanziare la riduzione del costo del lavoro. "Passare dalle enunciazioni di principo alle proposte concrete". Questo l'assunto da cui è partita la discussione alla tavola rotonda durante la quale gli intervenuti hanno preso in considerazione sia la cancellazione dell'attuale riforma del lavoro che fa perdere posti di lavoro, sia l'ampiamento delle regole introdotte con l'art.8 sulla contrattazione decentrata per far crescere le aziende e la loro produttività.

Tutto senza dimenticare che il tema principale sulla quale basare i ragionamenti sulle professioni è quello della sussidiarietà, che i professionisti rappresentano una costola importante dello Stato, che le partite iva devono aumentare, purchè siano reali e che ai cittadini devono essere garantite poche regole chiare e certe e controlli efficaci e non da stato di polizia.


Ore 12:30 - Maurizio Gasparri , esponente PDL

Stop al saccheggio delle Casse Previdenziali
Maurizio Gasparri, esponente di spicco del Pdl, porta il proprio contributo al professional Day ,sottolineando gli attacchi che le professioni hanno subito un attacco in questi ultimi periodi. Le professioni, secondo Gasparri, sono una presenza importante e al di la delle polemiche ci vuole una scelta chiara, da parte della politica. Le logiche di liberalizzazione, ha sottolineato Maurizio Gasparri, a volte sono puramente iniziative demagogiche sena un valido motivo e fondamento. Bisogna sostenere le profession, gli Ordini e anche le Casse Previdenziali - ha concluso Gasparri - in virtú di quel sistema di sussidiarietà che non puó essere oggetto di saccheggi diurni o notturni.


Ore 10:45 - Paola Severino, Ministro della Giustizia
Il Ministro, nella duplice veste di rappresentante del Governo, ma anche di professionista, fa il punto su ció che è accaduto negli ultimi 12 mesi al Dicastero ella Giustizia per quanto riguarda la riforma delle professioni, pur consapevoli tutti - ha sottolineato il Ministro- che è stato un anno di crisi e il tema della crescita diventa difficile da attuare. In questo contesto, per il Ministro Severino, il valore sociale economico delle professioni è innegabile, visto che da ció deriva un valore aggiunto per i cittadini e la pubblica amministrazione. Nell'ultimo, forse, suo intervento da Ministro, la Severino ha voluto indirizzare le professioni ad un obiettivo di qualità e formazione, con no sguardo particolare sui giovani, perchè solo con la  qualità e formazione si potranno avere nuovi professionisti in grado di cogliere le esigenze dei loro clienti e del contesto sociale in cui operano.  Concludendo il suo intervento, il Ministro Severino ha voluto richiamare le parole della Presidente del Cup -Marina Calderone- e condividere nel momento in cui la Presidente Calderone ha sottolineato che il Professionale Day non è dedicato solo ai professionisti, ma anche a coloro che quotidianamente si interfacciano con i professionisti. Un professionista di qualità-ha concluso il Ministro- è un professionista vincente.


Ore 10:40 - Andrea Camporese, Presidente Adepp
Ridurre la tassazione delle rendite finanziarie delle casse di previdenza dei professionisti per recuperare risorse d trasferire agli iscritti sotto forma di Welfare previdenziale. Un intervento tano semplice quanto da troppo tempo vanamente richiesto.
E' questo l'appello lanciato da Andrea Camporese presidente dell'adepp, l'associazione delle Casse previdenziali dei professionisti italiani, nel corso del 2^ Professional Day.


Ore 10:30 - Armando Zambrano, Presidente Pat
Professioni tecniche pronte a garantire controlli preventivi per la realizzazione delle opere. Il presidente del PAT Armando Zambrano pone l'accento sulle sinergie fra gli ordini professionali dell'area tecnica, a supporto della pubblica ammistrazione per invertire la pessima abitudine di effettuazione dei controlli ex ante, passando a quelli ex post, a conclusione degli interventi. Solo questo riuscirà a snellire e rilanciare le opere pubbliche garantendo contemporaneamente un lavoro che sia stabile, ma anche sicuro.

PROFESSIONAL DAY 2013 - LA GIORNATA DELLE PROFESSIONI
CUP, PAT e ADEPP organizzano la seconda edizione del "Professional Day - La Giornata delle Professioni", che si terrà il 19 febbraio p.v. dall e ore 9,30 all'Auditorium Conciliazione di Roma in collegamento audio video con le numerose sedi distribuite sul territorio nazionale.



In discussione i temi di stretta attualità a confronto con i rappresentanti della Politica per proporre un piano di rilancio per l'Italia. - Leggi il comunicato stampa - Le sedi collegate

Orario del collegamento nazionale dalle ore 10.00 alle ore 13.00

Canale satellitare Sky N. 507 Class Cnbc

Collegamento streaming dal sito Italia Oggi (www.italiaoggi.it) - Il Sole 24Ore (www.ilsole24ore.com) -  Consulenti del Lavoro (old.consulentidellavoro.it)

NOTIZIE CORRELATE: ECCO QUALI PROGRAMMI POLITICI PREVEDONO LA LIBERALIZZAZIONE DEGLI ORDINI

LA LOCANDINA

 

Professional Day - EDIZIONE 2012