Percorso logico: Home Page - Eventi

inserito da: Administrator
Pubblicato il: Fri, 29 Nov 2013 - Letto: 2812  volte

Assemblea dei Consigli Provinciali - Roma, 29 e 30 novembre 2013

Pagina dedicata all'Assemblea dei CPO del 29 e 30 novembre 2013 - Roma - Grand Hotel Plaza.

IMMAGINE

ASSEMBLEA DEI CONSIGLI PROVINCIALI

29 - 30 NOVEMBRE 2013
Roma - Grand Hotel Plaza

LEGGI L'ARTICOLO
LEGGI IL COMMENTO
LEGGI IL COMUNICATO STAMPA
LEGGI IL RESOCONTO CONCLUSIVO


- Lavoro: Calderone (Consulenti), in 2014 serve Testo unico, via norme anacronistiche
- Lavoro: Giovannini, continuare riordino normativa e semplificazione


LA RASSEGNA WEB

- adnkronos.com
- adnkronos.com
- adnkronos.com
- adnkronos.com
- adnkronos.com
- it.notizie.yahoo.com
- olbianotizie.it
- olbianotizie.it
- riviera24.it
- sanremonews.it

Marina Calderone - Presidente del Consiglio Nazionale dei Consulenti del Lavoro
La Presidente del Consiglio Nazionale dei Consulenti del Lavoro - Marina Calderone- chiude i lavori della due giorni assembleari che hanno visto la presenza di oltre 600 dirigenti provenienti da tutta Italia. La Presidente ha ripercorso l'andamento dei lavori, sottolineando le autorevoli partecipazioni degli ultimi tre Ministri del Lavoro in carica, Giovannini-Sacconi-Damiano e le proposte di collaborazione giunte dall'attuale responsabile del Dicastero del Lavoro.



"La funzione politica della categoria- ha sottolineato la Presidente- è esercitata da ogni singolo Consulente del Lavoro ed è con questa intenzione che ieri abbiamo presentato al Ministro del Lavoro la nostra categoria che, come piu volte detto al Ministro, è quella che applica il diritto del lavoro. L'impegno dei professionisti - ha continuato- è un impegno a scuotere le coscienze e non a salvguardia delle proprie competenze." Nel merito delle materie trattate in questi giorni, il Presidente ha sottolineato l'importanza della formazione continua obbligatoria,in attesa del nuovo Regolamento analizzato discusso dai dirigenti presenti, definendola un vero e proprio "valore" dell'essere professionista. In questi due giorni- ha concluso la Calderone- abbiamo discusso su diverse problematiche, ma il nostro obiettivo deve essere quello di preservare le nostre riserve, la nostra professionalità ed il valore della legge istitutiva della professione di Consulente del Lavoro.

Alfio Catalano - Consigliere del Consiglio nazionale dell'Ordine
Mediazione al centro della formazione nell'intervento del consigliere dll'ordine Catalano responsabile dell'Organismo di Mediazione di categoria. Con il ritorno dell'obbligatorietà della mediazione civile diventa importante, per la categoria, continuare a puntare sulla formazione.



Ma diventa altresì importante che gli Ordini provinciali si attivino per favorire la crescita dell'Organismo di categoria il quale, comunque, continuerà nella propria azione, anche al fine di concedere nuove possibilità lavorative ai colleghi che desidereranno specializzarsi in questa nuova attività.

Anna Maria Giacomin - Tesoriere Consiglio Nazionale dell'Ordine
Un sito dedicato alle donne, si avvia Phinking
Il tesoriere illustra all'Assemblea dei CPO il sito dedicato alle donne professioniste nato dalla Commissione pari opportunità, come valore aggiunto per la Community.



Si tratta di un sito completo che anche con news, approfondimenti e bandi, darà un contributo importante per le colleghe. Alle colleghe, inoltre, sarà chiesto di intervenire a loro volta per ampliarlo con proposte e nuove idee.
Il progetto Phinking: la leadership al femminile
PHINKING: una community dal filo rosa

Sergio Stelitano - Consigliere Nazione dell'Ordine.
Il Consigliere Stelitano interviene all'Assemblea dei CPO per illustrare il progetto ASSE.CO. in materia di asseverazione di conformità dei rapporti di lavoro che vedrà coinvolti nei prossimi mesi i colleghi. L'asseverazione permetterà di captare la meglio la realtà delle aziende clienti che i Cdl conoscono molto bene. Per rimanere sul mercato c'era la necessità di ricercare uno standard di asseverazione che si adattasse alla clientela e che tenesse conto degli aspetti retributivi e contributivi.



Il progetto messo in campo dai Cdl, riservato agli stessi e presentato al Ministero del lavoro sarà promozione della legalità del lavoro e della responsabilità sociale dell'impresa. La categoria, con costi ridotti, ampia flessibilità e facile approccio, potrà diventare a breve garante per il mercato e per la fede pubblica.

ASSEMBLEA DEI CPO - 2^ GIORNATA
Proseguono i lavori della 2^ giornata dell'Assemblea dei Consigli Provinciali dei Consulenti del lavoro in corso di svolgimento all'Hotel Plaza di Roma. Le novita regolamentari derivanti dalla riforma delle professioni sono oggetto degli interventi da parte dei Dirigenti territoriali.

SI CHIUDE LA PRIMA GIORNATA DI ASSEMBLEA DEI CPO
Chiusi i lavori della 1^ giornata dell'Assemblea dei Dirigenti territoriali dei Consulenti del Lavoro riuniti all'Hotel Plaza a Roma. Dopo una mattinata cui hanno preso parte l'attuale Ministro del Lavoro Enrico Giovannini e due suoi predecessori, Maurizio Sacconi e Cesare Damiano, nel pomeriggio il confronto si è spostato all'interno della categoria.

Sergio Giorgini - Segretario Consiglio Nazionale Ordine
Il Segretario nazionale, nel corso del suo intervento di illustrazione del nuovo regolamento sulla FCO, sottolinea come la formazione continua obbligatoria non riguardi il solo professionista, ma sia una garanzia per tutta l'utenza. Il professionista è il soggetto terzo che garantisce, prima con l'abilitazione e poi con la formazione, il consumatore.



L'obiettivo è quello di diventare consulente strategico d'impresa, esperti in diritto del lavoro e tributario nella sua completezza, non limitandoci al lavoro dipendente, ma a 360°, comprendendo anche il diritto processuale e commerciale. Tutti i criteri che saranno definiti per gli eventi formativi dovranno essere rispettosi della disciplina, pur con l'ampia scelta lasciata al singolo consulente del lavoro.

Vincenzo Silvestri - Vice Presidente Consiglio Nazionale Ordine
Nel corso dell'Assemblea dei Consigli Provinciali, il Vicepresidente Vincenzo Silvestri ha illustrato il nuovo regolamento dei Consigli di disciplina, in fase di pubblicazione sul bollettino del Ministero della Giustizia, spiegando alla platea quelli che sono i principi di costituzione e di funzionamento in ossequio al principio delle divisione tra funzioni amministrative e disciplinari.



Nel concludere il suo intervento ha ribadito che, secondo quanto stabilito dalla Riforma delle Professioni, ai consigli di disciplina territoriali sono stati affidati i compiti di istruzione e decisioni in merito alle questioni disciplinari riguardanti gli iscritti all'albo.

Rosario De Luca - Presidente Fondazione Studi
Il Presidente di Fondazione Studi illustra l'apporto che darà ai colleghi per la gestione del presente e per pianificare il futuro. Si sta, infatti, delineando il contributo che daremo al Congresso che si svolgerà a Fiuggi assieme al Festival del lavoro. Le novità e i cambiamenti che interessano i Cdl sono oggetto di esame da parte della Fondazione, ogni giorno al fianco dei colleghi. De Luca annuncia che Fondazione studi organizzerà per gennaio i corsi seminariali per i dirigenti dei Consigli provinciali su parametri, formazione continua, riscossione quote, praticantato, stp, comunicazione istituzionale e di ruolo.



Fondazione Studi, inoltre, parteciperà a breve al tavolo di confronto con il CNO e il ministero del lavoro per una vera e propria asseverazione retributiva e contributiva per le aziende clienti. Si tratta di un'operazione di crescita professionale e di apertura a nuovi spazi operativi, un nuovo strumento di grande efficacia che darà risalto alle aziende virtuose. De Luca, inolte, annuncia la collaborazione strutturata e duratura che partirà a breve tra le fondazioni di Cdl, notai, commercialisti e avvocati. Il nuovo Protocollo sarà siglato i primi mesi del 2014 nel corso di un evento dedicato.

Andrea Pozzatti - referente per la comunicazione della Fondazione Studi
Pozzatti illustra alla platea il progetto pensato per il Congresso nazionale di giugno 2014. Si tratta di far comprendere alle nostre aziende clienti tutte le opportunità e tutti i servizi di cui possono beneficiare per arrivare al cambiamento ormai necessario.



Il progetto sarà realizzato tramite un'intervista che coinvolgerà 1000 aziende con un'indagine che portà poi accompagnare i Consulenti del lavoro nella loro opera quotidiana al fianco dei datori di lavoro.

Mauro Capitanio - Presidente Fondazione Lavoro
Fondazione lavoro crea opportunità per i colleghi per selezione , intermediazione e formazione gratuita tramite 0,30, tirocini e formazione previdenziale.



Tirocini formativi modificati dal 24 luglio scorso, ogni regione legifera per conto proprio e le diffcioltà di gestione sono notevoli. Capitanio chiede collaborazione ai colleghi, alcune regioni sono già state informatizzate e prossimamente il quadro sarà completo. Dal 2014 lo strumento tirocini verrà rivisto, i numeri stanno aumentando ed oggi è questo lo strumento principe per conoscere il possibile futuro collaboratore. Un'altra potenzialità offerta da Fondazione è la Community Work lab per creare rete tra colleghi e farsi conoscere all'esterno. E' l'unica community di una categoria professionale, l'unica che garantisce che è formata da professionisti iscritti all'Ordine.



Il consigliere d'amministrazione Boschi illustra la community alla platea.

Prof. Boria - Presidente Commissione di Garanzia per controllo diritto di sciopero
Il prof. Pietro Boria, presidente della commissione di garanzia per controllare la corretta applicazione del diritto di sciopero nei servizi essenziali, è intervenuto all'Assemblea dei Consigli Provinciali dei Consulenti del lavoro che si sta svolgendo a Roma il 29 e 30 novembre, evidenziando che il Consiglio Nazionale dei Consulenti delle lavoro e l'Autorità di regolamentazione degli scioperi sono in procinto di firmare un importante accordo di collaborazione che punta sulla mediazione.



" Abbiamo messo a punto un protocollo che prevede una collaborazione stabile tra l'ordine e l'autorità indipendente, per intervenire concretamente per prevenire il conflitto.". Si punta sostanzialmente a gestire la fase finale dello sciopero, intervenendo attraverso opportuni strumenti di mediazione finalizzati ad evitare il conflitto, relativamente ad una materia importante che ha la funzione di controllare la corretta applicazione delle astensione dal lavoro dei dipendenti pubblici nella salvaguardia dei diritti costituzionalmente protetti dei cittadini.

Francesco Longobardi presidente ANCLSU
Con CNO e ENPACL prosegue una sintonia che non finirà, basata sui fatti e non sulle chiacchere.

Il Presidente del sindacto unitario interviene all'Assemblea, occasione di confronto con i colleghi e con i dirigenti sui temi di stretta attualità, primo fra tutti la formazione continua. Solo con la formazione specialistica, infatti, possiamo competere sul mercato, creando il solco con i tanti abusivi.

E per quanto rigarda la crisi economica il Presidente pone l'accento sul ruolo della categoria che accompagna ogni giorno aziende e lavoratori nel governo dei cedimenti imprenditoriali ed occupazionali.


Il Presidente ribadisce la sintonia operativa e politica che esiste tra il sindacato e il CNO e l'ENPACL, creando una categoria forte e coesa che duri il più possibile nel tempo. E rassicurazioni sul mantenimento di queste sinergie arrivano dal Presidente Longobardi.

Alessandro Visparelli Presidente ENPACL
Ente di previdenza sarà sostegno e forza dei Consulenti del lavoro

Il presidente dell'Ente Alessandro Visparelli, intervenendo all'assemblea dei Consigli Provinciali, ha riferito che lo scorso 21 novembre " l'assemblea dei delegati ha approvato il nuovo regolamento nel quale è stato introdotto il nuovo calcolo per i montanti delle nostre pensioni.



Si è ritenuto di non legare il montante al pil nazionale, ma ai nostri redditi, il nostro pil è il gettito contributivo degli iscritti vero patrimonio dell'Ente." L' obiettivo adesso sarà, quindi, quello di fare leva sulla modularità, per creare una pensione più adeguata e sostenibile nel tempo.

Damiano: le pensioni diventino flessibili
Anche Cesare Damiano interviene all'Assemblea dei Consulenti del Lavoro e subito sottolinea che la Riforma Fornero va corretta in modo robuto,sia in materia del lavoro che di pensioni.



"In materia di pensioni -ha sottolineato l'ex ministro del lavoro-la legge Fornero ha creato una categoria di nuovi poveri: gli esodati. Bisogna sfatare la notizia che in Italia si va in pensione a 50 anni; con le riforme Damiano-Sacconi eravamo in ordine visto che si prevedevano almeno 61 anni per andare in pensione. Con la Fornero,invece, si é arrivati a 67 in modo controproducente, ammazzando l'occupazione giovanile. Ció- ha continuato Damiano- crea incertezza, porta i cittadini ad essere prudenti, non si spende e quindi la legge diventa recessiva. Possibile che il debito debono pagarlo i pensionati? Per correggere c'é un solo modo: introdurre un criterio di flessibilitá nel sistema dando la possibilitá di scegliere a che etá andare in oensione, tra 62 e 70 anni. Per ogni anno anticipato di pensione, rispetto ai 70anni, il pensionato dovrá rinunciare ad una percentuale sulla pensione finche non raggiunge l'etá limite." Sull'occupazione Damiano individua la necessitá di dover credere nei giovani, attraverso l'ingresso nel mondo del lavoro col contratto apprendistato lungo per poi stabilizzarlo.

Senatore Maurizio Sacconi
Il Senatore Maurizio Sacconi, presidente della commissione lavoro del senato, intervenendo all'assemblea dei Consigli Provinciali dei Consulenti del Lavoro, lancia un appello chiedendo di liberarci delle ideologie di ieri, per tornare alla dimensione naturale del rapporto di lavoro, una dimensione che è quella tipica delle piccole imprese. "In questo concetto si innesta il ruolo di terzietà delle professioni e voi operate nel vivo di una società che per farcela ha bisogno di scoprire propria auonomia".


Così il Senatore prosegue il suo intervento appassionato invitando tutti a ragionare sulle politiche attive e di intermediazione e a propone la sua ricetta: trasformare i sussidi in una dote in capo ai lavoratori che vada all'intermediario o all'impresa che lo colloca. Occorre, infatti, smettere di offrire servizi che giovano solo ai fornitori degli stessi e non ai destinatari. Il Sentore Sacconi poi chiede al Ministro Giovannini di usare l'Expo 2015 come idea collettiva per una nazione che deve trovarsi attorno ad un momento definito e sfruttarlo al massimo. Per farlo una richiesta forte: abrogare la legge Fornero perchè mantenerla costa, mentre deregolamentare fa risparmiare.


Giovannini: bisogna cambiare la Costituzione
Il Ministro del Lavoro, Enrico Giovannini, interviene all'assemblea dei dirigenti provinciali dei Consulenti del Lavoro in corso di svolgimento all'Hotel Plaza in Roma. Di fronte ad oltre 600 professionisti presenti in assemblea, il Ministro sottolinea la collaborazione tra la categoria e il Dicastero del Lavoro , rilanciando una maggiore e proficua attivitá con i Consulenti del Lavoro.



"C'é molto da fare per portare diverse imprese al livello dell'efficienza - ha sottolineato Giovannini- perchè c'é una parte del mondo imprenditoriale che non é pronta per reggere la competitivitá e il decreto di giugno é stata una risposta alle prime emergenze". Sull'analisi dell'attuale emergenza dell'occupazione, il Ministro ha evdienziato il livello minimo di apprendisti sul monte occupati attuali. "Il futuro- ha continuato il Ministro del Lavoro - vede in primo piano lo sviluppo dell'apprendistato, soprattutto sui percorsi di alternanza scuola-lavoro e dell'orientamento" in un ottica, comunque, di regolaritá dei rapporti di lavoro e delle buone pratiche in materia di sicurezza sul lavoro. Il Ministro-in conclusione- interviene anche in merito al rapporto tra poteri centrali e poteri periferici sottolineando che "non funziona e che va cambiata la Costituzione", affinché tale equilibrio si ristabilisca.




Il ministro Giovannini interviene all'Assemblea dei CPO accolto da oltre 600 dirigenti provinciali. Dall'ennesimo momento di difficoltà, subito questa volta dalla Sardegna, la Presidente Calderone nel dare il benvenuto al Ministro non ha perso l'occasione per ricordare la funzione dei Consulenti del Lavoro di banca dati del diritto empirico del Lavoro. Passare dalla funzione tecnica di applicazione delle norme a quella di ausilio alle politiche attive del lavoro per consentire di dare una opportunità ai giovani è la nostra missione.



Dirigenti territoriali a raccolta oggi e domani per il tradizionale appuntamento dell'Assemblea dei Consigli provinciali che si terrà al Grand Hotel Plaza di Roma. L'evento riunirà tutti i rappresentanti di categoria per discutere degli istituti innovati dalla riforma destinati a ridefinire la professione. Uno spazio sarà dedicato all'ascolto delle testimonianze e delle proposte che provengono dal territorio sulla crisi del Paese.