Percorso logico: Home Page - Documentazione ›› Circolari Enti ›› INAIL

inserito da: Administrator
Pubblicato il: Thu, 30 Apr 2009 - Letto: 1992  volte

Abruzzo: indicazioni operative anche dall’Inail

Il termine prescrizionale del diritto alle prestazioni assicurative è sospeso fino al 31 dicembre 2009.

IMMAGINE

INAIL - Nota 21 aprile 2009, n. 3310

Evento sismico del 6 aprile 2009 - Prime indicazioni operative.

A seguito del terremoto del 6 aprile 2009 che ha colpito l’Abruzzo e della conseguente dichiarazione dello stato d’emergenza fino al 31 dicembre 2010 (NOTA 1), è stata emanata l’Ordinanza del Presidente del Consiglio dei ministri n. 3753 del 6 aprile 2009 (NOTA 2) che all’art. 6, comma 1, testualmente recita “Per i soggetti che alla data del 5 aprile 2009 erano residenti, avevano sede operativa o esercitavano la propria attività lavorativa, produttiva o di funzione nei comuni e nei territori colpiti dal sisma, sono sospesi fino al 31 dicembre 2009 i termini di prescrizione, decadenza e quelli perentori, legali e convenzionali, sostanziali e processuali, anche previdenziali, comportanti prescrizioni e decadenze da qualsiasi diritto, azione ed eccezione”.

Con successiva Ordinanza del Presidente del Consiglio dei ministri n. 3754 del 9 aprile 2009 (NOTA 3) è stato disposto che “Il Commissario delegato individua con proprio decreto i comuni interessati dagli eventi sismici che hanno colpito la regione Abruzzo a partire dal 6 aprile 2009 che, sulla base dei dati risultanti dai rilievi macrosismici effettuati dal Dipartimento della protezione civile in collaborazione con l’INGV, hanno risentito un’intensità MCS uguale o superiore al sesto grado”.

Sulla gazzetta Ufficiale n. 89 del 17 aprile 2009, è stato pubblicato il decreto n. 3 del 16 aprile 2009 del Commissario delegato che, “(...) anche al fine di consentire l’applicazione, da parte delle competenti Amministrazioni, enti ed altri soggetti interessati, delle disposizioni previste nella sopra citata ordinanza di protezione civile n. 3754 del 2009 (...)”, individua i territori dei comuni coinvolti dagli eventi sismici con danni cospicui per la popolazione residente.

Nel rinviare al predetto decreto per l’individuazione dei comuni gravemente colpiti dal sisma, si forniscono, con riferimento alle prestazioni INAIL, prime istruzioni.

Ai sensi dell’art. 6 della suddetta Ordinanza n. 3753, il termine prescrizionale del diritto alle prestazioni assicurative facenti capo ai soggetti che alla data del 5 aprile 2009 erano residenti, avevano sede operativa o esercitavano la propria attività lavorativa, produttiva o di funzione nei comuni e nei territori colpiti dal sisma indicati nel suddetto elenco, è sospeso fino al 31 dicembre 2009.

La sospensione dei termini si applica anche agli istituti soggetti a termine di decadenza (ad es. revisione della rendita che ai sensi degli artt. 83 e 137 T.U. è soggetta a decadenza annuale).

Si fa riserva di ulteriori istruzioni che si rendessero necessarie a seguito dell’aggiornamento dell’elenco dei comuni interessati da parte del Commissario delegato.


-Note-

1- DPCM del 6 aprile 2009 pubblicato sulla G.U. n. 81 del 7 aprile 2009

2- Pubblicata sulla G.U. n. 81 del 7 aprile 2009

3- Pubblicata sulla G.U. n. 84 del 10 aprile 2009