Percorso logico: Home Page - Documentazione ›› Circolari Enti ›› INPS

inserito da: Administrator
Pubblicato il: Mon, 6 Jul 2009 - Letto: 2091  volte

Dipendenti abruzzesi con liberalità esenti

Sussidi occasionali, erogazioni liberali o benefici di qualsiasi genere concessi dopo il sisma non sono imponibili.

IMMAGINE

Le somme corrisposte a titolo di liberalità ai lavoratori dipendenti residenti nei comuni terremotati dell'Abruzzo, non costituiscono imponibile contributivo. Lo precisa l'Inps con il msg. 15212/2009, in seguito all'ordinanza n. 3763 del Pcm del 6 maggio scorso.

L'ordinanza, pubblicata sulla G.U. n. 107 dell'11 maggio, in attuazione al dl n. 39/2009, convertito in legge n. 77/2009 (misure urgenti in favore delle popolazioni colpite dagli eventi sismici), per quanto attiene la determinazione del reddito di lavoro dipendente, ha infatti introdotto un regime agevolato per le somme corrisposte dai datori di lavoro ai propri dipendenti a titolo di liberalità. In particolare, l'art. 5, comma 5, dell'Opcm ha stabilito che non concorrono alla formazione del reddito di lavoro dipendente (ex art. 51 del Tuir), gli eventuali sussidi occasionali, erogazioni liberali o benefici di qualsiasi genere concessi da datori di lavoro privati, nei sei mesi successivi alla data del 6 aprile 2009, a favore dei lavoratori residenti nei comuni terremotati (identificati con Dpcm del 16 aprile), ovvero concessi nel predetto periodo, dai datori di lavoro privati operanti nei predetti territori a favore dei propri lavoratori, anche non residenti nelle zone colpite dal sisma.